Giorno del Ricordo - Comune di Varedo (MB)

Notizie - Comune di Varedo (MB)

Giorno del Ricordo

 
Giorno del Ricordo

 

Il Giorno del ricordo è una solennità nazionale italiana che si celebra ogni anno il 10 febbraio, a partire dal 30 marzo 2004, giorno in cui è stata istituita con la legge n. 92.

Lo scopo del Giorno del ricordo, così come stabilito dalla legge n.92 del 2004, è quello di conservare e rinnovare “la memoria della tragedia degli italiani e di tutte le vittime delle foibe, dell’esodo degli istriani, dei fiumani e dei dalmati italiani dalle loro terre durante la seconda guerra mondiale e nell’immediato secondo dopoguerra(1943-1945), e della più complessa vicenda del confine orientale”.

La celebrazione “ricorda” tutte le vittime dei massacri delle foibe, gli eccidi compiuti a danno della popolazione italiana della Venezia Giulia e della Dalmazia, nel periodo della seconda guerra mondiale e appena dopo, ad opera dei partigiani jugoslavi dell’OZNA.

Gli italiani dell’Istria e di Fiume si trovarono isolati e costretti ad accettare la cittadinanza jugoslava per poter rimanere nella propria terra fino a quel momento italiana oppure optare per la cittadinanza italiana e scegliere la via dell’esodo. 350.000 persone furono costrette ad abbandonare le proprie terre e ad imbarcarsi su traghetti di fortuna per non morire.

Oggi il vero avversario da battere, più forte e più insidioso, è quello dell’indifferenza, del disinteresse, della noncuranza, che si nutrono spesso della mancata conoscenza della storia e dei suoi eventi.

Questi ci insegnano che l’odio, la vendetta, la discriminazione, a qualunque titolo esercitati, germinano solo altro odio e violenza. Alle vittime di quella persecuzione, ai profughi, ai loro discendenti, rivolgo un pensiero commosso e partecipe. La loro angoscia e le loro sofferenze non dovranno essere mai dimenticate.

Nel celebrare questo Giorno, mi rivolgo a tutti i concittadini e soprattutto ai più giovani: ricordare non è sufficiente, è necessario conoscere, capire e noni smettere mai di cercare la verità storica con mente aperta e critica.

Lo dobbiamo alle vittime, ma lo dobbiamo soprattutto a noi, che possiamo in ogni momento fare la differenza!

 

Il Sindaco

Filippo Vergani

Pubblicato il 
Aggiornato il 
Risultato (44 valutazioni)